In: COMUNICATI, IN PRIMO PIANO

CNA e Socialnet: in beneficienza il ricavato del 9° raduno di auto e moto storiche

La forza del Raduno di Auto e Moto Storiche sta nelle cifre: 9 edizioni, dal 2011 ad oggi non c’è stato mese di maggio senza che la carovana attraversasse Arezzo e dintorni; tanti gli appassionati che ad ogni edizione non perdono l’appuntamento turistico non competitivo.
Nonostante le condizioni metereologiche avverse, con l’edizione di quest’anno il totale delle somme raccolte e destinate in beneficienza supera i 41 mila euro.

“Orgogliosi e soddisfatti, nonostante il maltempo, del successo di questa manifestazione che lega insieme passione, territorio, imprese, giovani e folklore – è il commento di Luca Alfreducci, Presidente CNA Area Aretina in occasione della conferenza stampa con cui CNA e Socialnet hanno devoluto il ricavato del Raduno 2019 – Quest’anno i fondi raccolti sono stati destinati all’Associazione Crescere di Subbiano per il sostegno di bambini con disabilità intellettivo cognitive e comportamentali, al Calcit di Arezzo al quale non facciamo mai mancare il nostro sostegno e al Liceo Classico Sez. Musicale di Arezzo”.

“Con grande orgoglio abbiamo ospitato il Raduno e siamo felici di aver contribuito alla buona riuscita della manifestazione, un’iniziativa del tutto meritevole considerato il suo obiettivo finale della beneficenza – dichiara il Sindaco di Capolona Mario Francesconi – Le finalità benefiche sono il grande valore aggiunto di questo tipo di eventi: sostenere i bambini disabili, la ricerca ed i giovani sono gli obiettivi sociali importanti che meritano la nostra attenzione. Ci auguriamo che l’ospitalità sia stata gradita e che iniziative come questa contribuiscano a mettere ancor più in risalto le associazioni che operano a scopo benefico”.

“Fin dalla prima edizione – ha ricordato Paolo Scicolone Resp. Amministrativo di ATAM – abbiamo sostenuto questa manifestazione. La partenza del raduno dal parcheggio di Viale Mecenate è un’ottima occasione per promuoverlo e farlo conoscere sempre di più. Cornice perfetta, dal punto di vista logistico, per questo tipo di iniziative che richiamano pubblico e appassionati ad Arezzo; continueremo anche nei prossimi anni ad essere sostenitori convinti di eventi come questo”.

Anima dell’organizzazione Franco Bennati che ogni anno tiene le fila della rete di collaborazioni ormai rodata e consolidata alla base del successo del raduno pianificando soste, omaggi e pranzo lungo il percorso. Un ringraziamento particolare anche ai Carabinieri, alla Polizia Municipale di Arezzo e al Vespa Club che hanno scortato la carovana agevolando i trasferimenti nella massima sicurezza. Il merito va pure ai club di auto e moto storiche, ad OASI, all’Autoscuola Aurora, ad Autoricambi PA-RO, al Comitato Civiltà Contadina di Ruscello, alla Carrozzeria Autonova, alla Pubblica Assistenza di Castiglion Fibocchi e alle maschere dei Figli di Bocco.

Img 1.