In: COMUNICATI, IN PRIMO PIANO

CNA e Socialnet: domenica al via il 9° Raduno Auto e Moto Storiche “Città di Arezzo”

La forza del Raduno di Auto e Moto Storiche organizzato dalla onlus Socialnet sta nelle cifre: 9 edizioni, dal 2011 ad oggi non c’è stato mese di maggio senza che la carovana attraversasse Arezzo e dintorni; tra i 200 ed i 250 iscritti, tanti gli appassionati che ad ogni edizione non perdono l’appuntamento turistico non competitivo; 40 mila euro le somme raccolte e destinate in beneficenza fino ad oggi.

“Orgogliosi di rinnovare anno dopo anno l’appuntamento con una manifestazione che lega insieme passione, territorio, imprese, giovani e folklore – è il commento di Luca Alfreducci, Presidente CNA Area Aretina in occasione della conferenza di presentazione della 9ª edizione del Raduno Auto e Moto Storiche “Città di Arezzo”. Un appuntamento non competitivo di alto valore sociale che si arricchisce di edizione in edizione”.

“Il Raduno è un appuntamento che si inserisce a pieno titolo nel calendario annuale degli eventi aretini e che riscuote grande successo di partecipazione, di pubblico e di risorse raccolte a scopo benefico – ha dichiarato Marcello Comanducci, Assessore al Turismo e Attività Produttive di Arezzo – Potremo valutare per le prossime edizioni un coinvolgimento della Fondazione Arezzo InTour”.

“Con grande orgoglio la Provincia è felice di contribuire ad iniziative come questa – sono le parole di Ezio Lucacci, Consigliere della Provincia di Arezzo – Viste le somme raccolte negli anni passati e devolute in beneficenza, plaudo con molto piacere a questa manifestazione che rende possibile dare risposte nel sociale a chi ha più bisogno. Arezzo è una città che merita di essere vista ed iniziative ormai consolidate come il Raduno, che richiamano l’attenzione di molti turisti, meritano l’appoggio di tutte le istituzioni”.

“E’ un’iniziativa lodevole e di valenza culturale legata alla sicurezza stradale – ha commentato Alessandro Pericoli, Sostituto Commissario della Polizia Stradale di Arezzo – Un evento motoristico e non solo, a fianco dell’interesse per la riscoperta delle auto d’epoca spicca il valore aggiunto della scopo benefico”.

“Fin dalla prima edizione – ha ricordato Bernando Mennini, Presidente di ATAM – abbiamo sostenuto questa manifestazione. Un evento utile a promuovere anche il parcheggio di Viale Mecenate, uno dei più centrali e vantaggiosi per chi cerca una sosta vicino al centro della città. Cornice perfetta, dal punto di vista logistico, per questo tipo di raduni che richiama pubblico e appassionati e che ci vede sempre sostenitori convinti di eventi di richiamo per Arezzo”.

Anche quest’anno il raduno prevede soste, pranzo ed omaggi lungo il percorso; la manifestazione sarà come sempre arricchita dalla sfilata delle maschere dei Figli di Bocco in Piazza grande e da un concerto degli alunni della sezione musicale del Liceo Classico di Arezzo sulla terrazza del Palazzo di Fraternita.

Anima dell’organizzazione Franco Bennati che ogni anno tiene le fila della rete di collaborazioni ormai rodata e consolidata. Un ringraziamento particolare ai Carabinieri, alla Polizia Municipale di Arezzo e al Vespa Club che scorteranno la carovana agevolando i trasferimenti nella massima sicurezza. Il merito va pure ai club di auto e moto storiche, ad OASI, all’Autoscuola Aurora, ad Autoricambi PA-RO, al Comitato Civiltà Contadina di Ruscello, alla Carrozzeria Autonova, alla Pubblica Assistenza di Castiglion Fibocchi e alle maschere dei Figli di Bocco.