In: COMUNICATI, IN PRIMO PIANO

Consegna Premi_Raduno Auto e MotoDa CNA e Socialnet un assegno per la scuola terremotata e un premio al video degli studenti di Arezzo. Presto il gemellaggio tra gli istituti.

E’ sempre più forte il connubio tra il mondo dei motori e la solidarietà.
CNA Arezzo e Socialnet hanno consegnato oggi il frutto dell’iniziativa che ha visto protagonisti una rete di enti, istituzioni, associazioni che hanno collaborato alla settima edizione del Raduno di Auto e Moto Storiche Città di Arezzo.

L’evento aveva permesso di raccogliere la cifra record di 6.805 euro e dopo la prima donazione di 3.000 euro a favore della zona terremotata di Accumoli per la riapertura di un’attività economica, oggi sono stati protagonisti gli studenti di Arezzo e Macerata, uniti così da un ponte di solidarietà.

Sono stati proprio gli studenti dell’istituto comprensivo “Mons. Paoletti” di Pieve Torina di Macerata accompagnati dal dirigente scolastico Maurizio Cavallaro a ricevere dalle mani della Presidente di CNA Arezzo Franca Binazzi e dell’Assessore alle Politiche Sociali e Scuola del Comune di Arezzo Lucia Tanti, un assegno di 3.000 euro. Queste risorse serviranno per aiutare la ricostruzione di aule e strutture scolastiche che sono state danneggiate dal terremoto visto che gli studenti ancora sono costretti a frequentare le lezioni all’interno di moduli prefabbricati.

Al loro fianco gli alunni aretini che hanno restituito le emozioni del raduno di auto e moto storiche e il coinvolgimento della comunità con un video interamente realizzato da loro, che racconta quei momenti. Un’esperienza didattica sul campo, seguita da vicino dal professor Righeschi, che ha prodotto una splendida contaminazione.
CNA e Socialnet hanno voluto premiare anche il loro impegno consegnando un assegno da 805 euro che sarà utilizzato per rafforzare i progetti della scuola.

Un percorso che è destinato a proseguire grazie all’idea del preside della scuola marchigiana di organizzare un contest video sull’esperienza dei ragazzi nelle aree terremotate che vedrà gli studenti della scuola “F. Severi” nel ruolo di giurati.
Da qui al gemellaggio fra scuole il passo potrà essere davvero breve.